Intarsi di versi traduzione e adattamento in italiano, a cura di Lev Matvej Loewenthal, della silloge Isharat al-giasad, della poetessa siriana Maram al Masri.

Dalla prefazione del traduttore, a sua volta poeta: La raccolta di Maram al-Masri è stata originariamente concepita (l'uso che faccio di questo termine non è casuale) con il titolo evocativo di Isharat al-giasad, che richiama quello di un testo di Avicenna, al-Ishārāt wa 't-tanbīhā, in cui ogni capitolo è denominato per l'appunto Isharat (ossia "segni", "indicazioni", "allusioni", "espressioni simboliche"). I singoli segni, in Avicenna, sono funzionali alla narrazione di come il Creatore avesse forgiato il corpo di Adamo, composto di una parte materiale e di una spirituale. In Avicenna, il corpo animato con lo spirito (rùh) è detto giasad.

Isharat al-giasad. Intarsi di versi. Traduzione a c. di L. M. Loewenthal

€0.00Price